UFFICIO TRAFFICO

Rivoluzione nelle dogane: uffici aperti H24. A patto che...

3 marzo 2014

A leggerla così, un po’ superficialmente, sembra una rivoluzione copernicana. Gli uffici delle nostre dogane si adeguano a quelle di tutto il mondo e rimarranno aperte, invece che in orari di ufficio, 24 ore su 24.
E non solo. Le principali operazioni verranno effettuate secondo una tempistica rigorosa, che prevede un’ora per il controllo dei documenti, 5 ore per la visita delle merci e 3 giorni per la risposta in caso di prelevamento di campioni.

Questo almeno è quanto sta scritto sulla legge 21 febbraio 2014, n. 9, apparsa sulla Gazzetta Ufficiale n.43 del 21 febbraio e che converte il decreto Destinazione Italia. Ma poi all’atto pratico come andranno le cose?
Rispetto allo sdoganamento H24 bisogna subito chiarire che c’è una postilla, che prevede che l’osservanza dell’orario prolungato è condizionata dalla consistenza del personale, che ovviamente dovrà aumentare per consentire di svolgere il lavoro per un tempo più lungo. Ciò significa che fino a quando effettivamente non si procederà alle nuove assunzioni, anche la legge rimarrà sulla carta.

Rispetto ai tempi di sdoganamento invece le cose dovrebbe funzionare in fretta, anche perché la stessa legge prevede che, in caso di mancato rispetto dei tempi massimi, la legge stabilisce che risponde direttamente il responsabile del procedimento amministrativo, così come previsto dalla legge sulla trasparenza amministrativa (n.241/90).
A questo punto, non rimane che verificare nei fatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home