LOGISTICA

Giachino all'autotrasporto: «Ecco la cura logistica per guarire dalla crisi»

6 marzo 2014

Il sottosegretario della «pace sociale», come ama definirsi, torna con un nuovo ruolo – responsabile Trasporti di Forza Italia – ma con un forte segno di continuità rispetto al passato. Prova ne sia che ieri a Roma, nella sede del partito (in san Lorenzo in Lucina), Bartolomeo Giachino ha incontrato, insieme al capogruppo in Commissione Lavori pubblici al Senato di F.I. Vincenzo Gibiino, i rappresentanti di tutte le associazioni di categoria dell’autotrasporto. E subito dopo si è anche preoccupato di manifestare il proprio sdegno per lo scippo subito per opera del ministero dell’Economia degli importanti fondi per le autostrade del mare.
Ma siccome Giachino vanta anche un passato da presidente della Consulta, il cui vanto fu la stesura di un dettagliato piano nazionale della Logistica, ecco che, sempre nella stessa occasione, ha sottolineato in continuità con questo passato come, per uscire dalla crisi, sia necessario mettere il mondo dei trasporti, della economia del mare e della logistica «al centro della attività di Governo e Parlamento». Perché – ha argomentato – se l’economia europea procede lentamente, buona parte di quella mondiale cresce e domanda servizi di trasporto e di logistica da e verso l'Europa. «Il nostro problema – ha aggiunto – è che, malgrado la sua posizione centrale, l'Italia assorbe molto poco di questa crescita a causa delle inefficienze logistiche e delle lungaggini della burocrazia e in particolare quella doganale».
Giachino ha anche quantificato che il settore logistico, che già vale quasi il 15% del Pil e occupa 1 milione di persone, «potrebbe dare un contributo aggiuntivo alla crescita del Paese di 1 punto di Pil all'anno». Ma a questo scopo servirebbe una scossa o forse più di una. Servirebbe gestire con una logica unica «la riforma dei porti, degli interporti e dell'autotrasporto»  e non come «questioni separate come invece le hanno viste gli ultimi due Governi». Servirebbe nuovamente la «Consulta dei trasporti e della logistica un organismo che deve coinvolgere tutto il mondo dei trasporti e tutti i Ministeri per esprimere a Governo e Parlamento l'indirizzo delle strategie di trasporto e della mobilità». Un organismo di cui Forza Italia già in vista delle prossime elezioni europee intende proporre la reistituzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home