LEGGI E POLITICA

Unatras e Anita scrivono a Lupi: «Incontrarsi è sempre più urgente»

14 marzo 2014

Il clima nell’autotrasporto si sta scaldando. Lo si intuisce dalle frequenti lettere che dal settore vengono indirizzate al governo. Stavolta è l’accoppiata Unatras-Anita a scrivere al ministro dei Trasporti Maurizio Lupi per dire che la misura è colma e bisogna perciò passare dalle parole ai fatti.

Nella missiva ci si lamenta inizialmente rispetto agli impegni assunti e non mantenuti visto che «non ci sono né il decreto di riparto delle somme destinate al settore né abbiamo notizia circa il suo impegno ad assicurare ulteriori risorse per sterilizzare gli aumenti dei pedaggi autostradali».

Poi si passa alle nuove questioni e, in testa, quella legata alle osservazioni prodotte dalla Commissione Europea nell’ambito del giudizio pendente innanzi alla Corte di Giustizia Europea sui costi minimi di sicurezza «che imporrebbe – si scrive – una riflessione, e la ripresa del confronto con la committenza».
Infine l’autotrasporto lamenta il fatto di non «conoscere l’andamento ed i risultati delle attività di controllo sulle regole che pure formano parte qualificante dell’accordo Governo-Associazioni sancito con il Protocollo d’intesa del 28 novembre 2013»

Conclusione: «È molto importante ed urgente che venga convocato un incontro con le scriventi organizzazioni». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home