UFFICIO TRAFFICO

Fermo autotrasporto sul porto di Napoli dal 31 marzo: «Lupi, se ci sei batti un colpo»

23 marzo 2014

Gli autotrasportatori che operano nel porto di Napoli in segno di protesta si fermeranno a partire dal prossimo 31 marzo per almeno cinque giorni.
All’origine della decisione ci sarebbe l’annuncio da parte del gruppo Cosco di lasciare il porto di Napoli, giudicato inadeguato a ricevere navi porta containers in grado di trasportare un maggior numero di pezzi. L’azione ha come obiettivo di ottenere un interessamento del ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, sia rispetto alla mancanza di un presidente della Autorità portuale (c’è un commissario da anni), lacuna che ha portato alla perdita di contributi europei, sia alla decisione di ampliare i fondali per consentire di accogliere le nuovi navi di stazza maggiore.
Quanto mai secco e diretto il segretario nazionale Fai, Pasquale Russo: «Le nostre imprese, già pesantemente segnate dalla crisi, non possono continuare a perdere volumi di traffico per effetto dell'immobilismo del ministro Lupi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home