ACQUISTI

Ecco le prime immagini del nuovo Daily

7 aprile 2014

Volto diverso per il commerciale più longevo di casa Iveco, con occhi più stretti e sorriso più largo. Ma soprattutto nuovi soluzioni meccaniche finalizzate a ottimizzare il volume di carico e ad abbassarne la soglia. E i consumi scendono del 5%...

L’Iveco Daily Generazione 3 è avvistato. Al lancio ufficiale di giugno, che lo farà approdare nelle concessionarie di tutta Europa, mancano soltanto poche settimane, ma intanto già vengono diffuse le prime foto ufficiali che mostrano un veicolo profondamente rinnovato, con uno sguardo profondo nel passato, ma con tanti contenuti inediti. L'iniezione di passato più forte è ovviamente quella che riguarda la struttura a telaio da «piccolo camion» su cui è stata costruita la sua fortuna. Un vago sapore di deja vu lo infonde anche il colore del lancio, quel blu da Superman che aveva segnata l'ultimo rinnovamento, edichettato con il fortunato headline «forte per natura». Ma per il resto interno, esterno e meccanica appaiono tutte rivisitate. 

Esternamente il veicolo sembra stringere gli occhi e allargare il sorriso. I gruppi ottici principali (ce ne sono altri integrati nel paraurti), infatti, sempre sistemati in posizione rialzata e protetta, appaiono più stretti e affusolati, con la mascherina che, priva di qualsiasi listello, ne asseconda l’altezza. Più in basso, incassata nel paraurti compare un’altra apertura sul radiatore. Per il resto il veicolo sembra più in rilievo e quindi si presume anche più aerodinamico e con un’aria più sportiva che in passato.

Ma ovviamente parliamo di un veicolo da lavoro ed è qui nel miglioramento degli elementi che creano valore che il Daily dà il meglio di sé. Ecco allora l’incremento della volumetria interna della versione furgone, ottenuta ottimizzando il rapporto tra interasse lunghezza totale e lunghezza di carico, ma ecco soprattutto le inedite versioni da 18 e 20 m3, al top del segmento per volume, e quella da 11 m3, che eccelle per efficienza di carico, vale a dire mettendo in rapporto la lunghezza del vano di carico e la lunghezza totale del veicolo.
Ma ecco pure la migliore guidabilità, frutto di una una nuova architettura determinata da passi allungati e sbalzo posteriore ridotto, ecco le nuove sospensioni anteriori per tutti i modelli fino a 3,5 tonnellate ed ecco pure per quelli a ruota singola una nuova geometria della sospensione posteriore che diminuisce l’altezza del piano di carico di circa 55 millimetri, agevolando così le operazioni di carico e scarico del veicolo.
Ma il dato essenziale è ovviamente quello che riguarda i consumi: la terza generazione del Daily promette di tagliarli di oltre il 5% rispetto al modello precedente.
Anche il comfort del veicolo è stato migliorato con un abitacolo più comodo e silenzioso, frutto di una migliore insonorizzazione, con un impianto di climatizzazione più efficiente e con un eccellente comfort di marcia in ogni condizione di carico.
Il Daily vedrà la luce oltre che nello storico stabilimento di Suzzara (Mantova), anche in quello di Valladolid, in Spagna, entrambi sottoposti a un importante lavoro di modernizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home