LOGISTICA

Porto di Genova: inaugurato impianto dedicato al pellet

18 aprile 2014

Il Porto di Genova ha inaugurato un nuovo impianto per l’insaccaggio e la pallettizzazione del pellet, operativo presso il Terminal Rinfuse Genova, con un investimento complessivo di circa 1 milione di euro. Un magazzino attrezzato suddiviso in 8 settori per lo stoccaggio della merce, in grado di accogliere fino a 20.000 ton di rinfuse, con una capacità produttiva oraria massima di 18 ton, pari a 1.200 confezioni di prodotto da 15 kg ciascuna e la possibilità di operare, a pieno regime, 24 ore su 24 grazie alle 10 persone addette e in grado di insaccare e pallettizzare anche sale da disgelo.
«Il piano di investimenti che il Terminal Rinfuse ha avviato – ha affermato il Presidente dell’Autorità Portuale Luigi Merlo inaugurando il nuovo sito – rappresenta un importante valore aggiunto per il comparto delle rinfuse, settore merceologico vitale per il nostro porto. Investire in tecnologia e sostenibilità ambientale è uno tra i primi obiettivi che l’Autorità Portuale genovese persegue attraverso le scelte strategiche di pianificazione. La ricerca tecnologica applicata al mondo del lavoro portuale è la scommessa su cui dobbiamo investire per essere davvero uno smart port.».
«Questo nuovo impianto – ha affermato poi Augusto Ascheri, Presidente di Terminal Rinfuse Genova – rappresenta una novità assoluta per il settore genovese delle rinfuse e si inserisce nel percorso di diversificazione delle attività del terminal intrapreso per il suo rilancio a livello nazionale e internazionale. Con la sua installazione il terminal è in grado di effettuare al proprio interno anche un’attività di semi lavorazione della merce, fornendo in questo modo un servizio complementare alle tradizionali operazioni portuali di sbarco, imbarco, stoccaggio e ricarico delle rinfuse.».
L’installazione del nuovo impianto per l’insaccaggio e la pallettizzazione del pellet si inserisce nel piano di investimenti del valore di 13 milioni di euro avviato da Terminal Rinfuse Genova a inizio 2013 che, entro il 2014, vedrà interventi realizzati per un valore complessivo superiore ai 5 milioni di euro. Nel 2014 il volume di merce insaccata e pallettizzata si stima che si attesterà attorno alle 50 mila tonnellate, valore che dovrebbe raggiungere poi le 60 mila tonnellate nel 2015 e le 70 mila tonnellate nel 2016.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home