LEGGI E POLITICA

Energy Manager: nomina obbligatoria entro il 30 aprile anche per le aziende di trasporto

22 aprile 2014

Entro il 30 aprile c’è un’incombenza a cui tante aziende di autotrasporto sono ormai abituate: individuare e comunicare alla Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia il nominativo dell’Energy Manager ovvero il tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia.
Tale responsabile - che può essere un dipendente o anche un consulente esterno – deve raccogliere e analizzare i dati sui consumi energetici e promuovere l’uso efficiente dell’energia all'interno della propria azienda.
Ricordiamo che sono obbligate alla comunicazione anche le imprese operanti nel settore dei trasporti che nel 2013 abbiano registrato consumi di energia superiori rispettivamente a 1.000 tep (tonnellate equivalenti di petrolio) tep. Per maggiore chiarezza può essere utile ricordare, a fini del calcolo, che un litro di gasolio corrisponde a 1,08 tep.
La comunicazione, obbligatoria anche se il nominativo è rimasto invariato, va redatta secondo il nuovo modulo (elaborato come foglio di calcolo) disponibile sul sito della Federazione. Così inserendo nella voce «gasolio» il valore in tonnellate consumato nel 2013, si otterrà immediatamente l’equivalente tep.
Tale modulo dovrà essere stampato, firmato dal legale rappresentante e inviato a mezzo raccomandata A/R alla stessa F.I.RE. – casella postale 2334 – 00185 Roma, oppure tramite posta certificata all’indirizzo: fireamministrazione@pec.it.
La mancata comunicazione nei termini prescritti, comporta l’applicazione della sanzione amministrativa da 5.164 a 51.645 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home