ACQUISTI

Il Volvo FH16 festeggia il 16 litri con una versione record da 750 cv

8 settembre 2011
Il nuovo veicolo dalla straordinaria coppia di 3550 Nm sarà prodotto da inizio 2012

ordRiparte la corsa alle potenze. Dopo i 730 cv di Scania, sempre dalla Svezia, ma da casa Volvo Trucks giunge la notizia del lancio di una nuova versione dell’FH 16 equipaggiata con un motore da 750 cv, realizzato appositamente per festeggiare l’anniversario del mitico 16 litri, che esattamente 25 anni fa esordì attestandosi sui 470 cv (soglia che allora sembrava insuperabile). L’architettura del motore rimane la stessa di quella del 700 cv, basata cioè su sei cilindri in linea, albero a camme in testa, quattro valvole per cilindro e iniettori pompa. L’innovazione si concentra nella diversa taratura di potenza, ma soprattutto nella maggiorazione della coppia, che adesso arriva ai 3550 Nm tra i 1050 e i 1400 giri/minuto, mentre già a 900 giri/min sprigiona ben 2800 Nm.

Tale capacità di raggiungere prestazioni considerevoli su regimi contenuti consente al Volvo FH 16 da 750 cv di consumare esattamente come quello da 700 cv. Ma soprattutto fa di questo veicolo uno specie di sprinter anche sulle salite più impegnative, consentendogli cioè di trainare carichi gravosi su ascese impervie conservando velocità commerciali di tutto rispetto. Perché – come spiega Hayder Wokil, product manager di Volvo Trucks – «più potenza si ha a disposizione a bassi regimi, minore è lo sforzo del motore e maggiore è l’efficienza nei consumi».

Ecco quindi anche chiarito il target di riferimento di questo veicolo superpotente: trasporti con carichi pesanti, quelli che impongono velocità commerciali elevate, magari su distanze lunghe, quelli si svolgono lungo tratte che contemplano salite e discese continue. Vogliamo spiegarci meglio? Un trasportatore che muove tra l’Italia e la Spagna prodotti freschi, che devono quindi giungere a destinazione in tempi ridotti. Ma per arrivare nella penisola iberica dal nostro paese bisogna prima valicare le Alpi e quindi i Pirenei. Di conseguenza, su un tragitto così lungo e con lunghe tratte in salita un veicolo con una coppia di 3550 Nm potrebbe fare la differenza, consentendo di guadagnare fino a un paio di ore di tempo, con tutte le ricadute positive che un tale risparmio può determinare nella gestione dei tempi di guida e di riposo.

Altre innovazioni introdotte sul nuovo veicolo riguardano un irrobustimento del camion automatizzato I-Shift (di serie), per renderlo adeguato a supportare potenze maggiori. La gamma di assali posteriori comprende assali per combinazioni fino a 250 tonnellate. Ma per chi ha interesse a tenere sotto stretto controllo i consumi, può essere conveniente valutare l’alternativa offerta dal’assale a semplice riduzione RS1360 di recente introduzione.

Il Volvo FH16-750 sarà venduto sia in versione euro 5 che EEV e andrà ad affiancare gli altri modelli equipaggiati con il 16 litri, vale a dire il 540, il 600 e il 700 cv. L’inizio della produzione è previsto per l'inizio del 2012.

Per vedere il nuovo re della potenza in azione è sufficiente cliccare qui.
Per vedere un video che illustra come nasce il nuovo motore e che ripercorre la storia del 16 litri Volvo (è in inglese con sottotitoli in italiano) basta cliccare qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home