UFFICIO TRAFFICO

In manette tre ispettori del lavoro: chiedevano il 10% delle multe evitate truccando il tachigrafo

3 giugno 2014

«Hai il cronotachigrafo che segna le ore superate! Sarebbero 30.000 euro, però se mi aiuti provo a chiudere un occhio». E l’aiuto consisteva in una percentuale precisa: il 10 per cento delle multe evitate. Un meccanismo criminale che offriva alle imprese di autotrasporto la possibilità di sforare le ore di guida e quindi di evitare le sanzioni o, peggio, di veder ritirata la patente. Un meccanismo paziente che in sei mesi – stando ai risultati dell’indagine dei carabinieri di Milano – si è reiterato una trentina di volte.

Un meccanismo adesso interrotto perché delle sei persone coinvolte quattro sono finite ai domiciliari e due direttamente in carcere a seguito di altrettante di custodia cautelare firmate dal gip Giuseppe Gennari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home