LEGGI E POLITICA

Contributo Sistri: le imprese non più obbligate non pagano anche se non ancora cancellate

30 giugno 2014

Il Sistri era partito grande e adesso si va dimagrendo. Nel senso che prima interessava una massa di imprese molto più numerosa. Ma chi fino a ieri era obbligato a seguire la normativa e ora non lo è più come si deve comportare? A rispondere è il ministero dell’Ambiente con una nota del 25 giugno con cui precisa che i trasportatori di rifiuti speciali non pericolosi e i produttori di rifiuti pericolosi aventi sino a 10 dipendenti innanzi tutto «non devono versare il contributo annuale al Sistri alla scadenza del 30 giugno 2014, anche se a tale data la procedura di cancellazione dell’iscrizione non è stata avviata o non è stata conclusa».
Inoltre, a breve questi stessi autotrasportatori saranno informati su come cancellarsi dal Sistri e su come restituire i dispositivi USB e le black-box.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home