UFFICIO TRAFFICO

Hashish e patate: lo «strano» groupage di un camionista napoletano

10 luglio 2014

Tempi duri. E così a Napoli un autotrasportatore di 45 anni ha pensato di arrontondare i magri guadagni facendo del "groupage a modo suo", vale a dire sistemando in mezzo alle merci alimentari da trasportare – per lo più patate e cipolle – anche una importante partita di hashish che sulla bilancia arrivava a superare il quintale e mezzo.

Ma ieri sulla tangenziale di Napoli, mentre imboccava l’uscita per Capodimonte, è stato notato da una pattuglia dei carabinieri che effettuava dei controlli. A mettere nei guai il trasportatore è stata la leggerezza, visto che alla richiesta dei carabinieri non ha saputo produrre nemmeno i documenti di trasporto delle merci – diciamo così – regolari. A quel punto, incuriositi, le forze dell’ordine sono andate a rovistare nel rimorchio e lì, spostando patate e cipolle, hanno rinvenuto l’hashish già tagliato in panette di varie dimensioni e pronto per essere immesso sul mercato.

Per il trasportatore sono scattate le manette e il successivo trasferimento a Poggio Reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home