LEGGI E POLITICA

22 e 24 luglio: il sottosegretario De Caro convoca le associazioni su cabotaggio e costi minimi

21 luglio 2014

Settimana calda per il sottosegretario Umberto Del Basso De Caro. Nell’arco di un paio di giornate, tra il 22 e il 24 giugno, incontrerà alcune rappresentanze dell’autotrasporto. Nel primo incontro in particolare a essere ricevute saranno due associazioni degli artigiani, CNA-Fita e Confartigianato Trasporti, accomunate nelle scorse settimane dalla richiesta avanzata al ministro Lupi di far ricorso alla clausola di salvaguardia per contrastare il cabotaggio. Le due associazioni, peraltro, si erano incontrate per discutere sul tema proprio lo scorso 12 luglio all’interporto di Jesi e lì era presente l’onorevole anconetanoEmanuele Lodolini che ha preso l’impegno – poi evidentemente mantenuto – sia di promuovere un incontro con il sottosegretario di riferimento, sia di far adottare dalla Commissione Finanze di cui è membro una risoluzione con cui impegnare il governo su tre punti:

- valutare l’opportunità di considerare presuntivamente l’esistenza di una stabile organizzazione in Italia in capo a quelle aziende che operano in modo costante e da lungo tempo nel nostro paese;
- considerare la fattibilità di prevedere l’indeducibilità da parte del committente, delle fatture emesse dai vettori qualora quest’ultimi non rispettino le condizioni normative di cui al Regolamento 1072/2009;
- estendere le norme in tema di determinazione del reddito d’impresa e di tracciabilità dei pagamenti di cui alla legge 27 dicembre 2013, n.147, art.1, commi 177- 178, alle aziende di autotrasporto impegnate nel cabotaggio

Il secondo incontro del 24 luglio è allargato invece a tutte le associazioni di categoria e servirà in particolare a ragionare di costi minimi, anche in vista della sentenza attesa per il prossimo 4 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home