LEGGI E POLITICA

Tar Lazio: Assotrasporti non ha titolo né a entrare nell’Albo né a usare la sigla «Fiap»

24 luglio 2014

La ricostituzione del Comitato Centrale dell’Albo ha provocato code polemiche, in qualche caso terminate in un’aula di tribunale. Come nel caso di Assotrasporti, associazione con sede operativa a Cuneo e legale a Sanremo, che si era rivolta al Tar del Lazio per annullare la procedura stessa che ha portato a ricomporre il Comitato Centrale. Ma la risposta ottenuta – come informa un comunicato della Fiap – è stata negativa. Cosa che equivale a dire che Assotrasporti rimane fuori dall’Albo.

A tale esito giudiziario Silvio Faggi ne aggiunge anche un altro che riguarda direttamente l’associazione di cui è segretario nazionale. Assotrasporti, infatti, utilizza anche la sigla Fiap (M), «nonostante – spiega Faggi – le continue diffide che la Fiap ha inviato a costoro tramite i suoi legali». Adesso, però il Tar del Lazio ha sancito ufficialmente che l’utilizzo dell’acronimo Fiap da parte di Assotrasporti è illegittima. E di conseguenza – come conclude Faggi – di Fiap ne rimane una sola, l’unica legittimata a utilizzare questo nome, «peraltro marchio regolarmente registrato».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home