FINANZA E MERCATO

Contributo per recupero pneumatici fuori uso: ora è distinto in fattura

3 settembre 2014

La fattura di acquisto di uno pneumatico da oggi in poi dovrà evidenziare anche il contributo finalizzato a finanziarne il recupero e il riciclo. È quanto prevede  la Legge n.116 dell’11 agosto, con cui è stato convertito in legge il decreto competitività, in cui si specifica che tale contributo, finalizzato a finanziare il sistema di recupero e riciclo degli pneumatici, sia imponibile IVA. L’onere di recuperare tali pneumatici viene rimesso al produttore o all'importatore i quali applicano il contributo in questione,  vigente alla data dell’immissione dello pneumatico nel mercato nazionale del ricambio. Il contributo rimarrà invariato in tutte le successive fasi di commercializzazione con l’obbligo, per ciascun rivenditore, di indicare in modo chiaro e distinto in fattura il contributo pagato all'atto dell'acquisto dello stesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home