LEGGI E POLITICA

Assologistica sui costi minimi: «Nessuna rivalsa, ma collaborazione con i trasportatori dimostratisi più aperti»

7 settembre 2014

Anche da parte di Assologistica viene espressa piena soddisfazione per la sentenza della Corte di Giustizia UE. «Attendavamo da due anni l’esito di questa azione promossa dal TAR del Lazio a seguito dei molti procedimenti apertisi contro i costi minimi dell’autostrasporto, ad opera nostra insieme ad altre associazioni ed imprese» dichiara il presidente Carlo Mearelli, ma subito dopo aggiunge che la stessa associazione è pronta a lavorare perché si stabiliscano rapporti corretti e trasparenti di libero mercato tra committenza e autotrasportatori, che garantiscano lavoro, legalità, margini e competitività a tutti i soggetti interessati, in un confronto aperto, non pregiudizievole e scevro da qualsiasi intermediazione o mediazione esterna. «Per noi l'autotrasporto non è mai stato una controparte, ma un alleato fondamentale delle nostre attività» conclude Mearelli. «Da parte nostra, non vi sarà nessuna rivalsa, ma costruttiva collaborazione con gli operatori del trasporto e con le organizzazioni che hanno avuto nel tempo una condotta di apertura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home