ACQUISTI

Dalla Corea con furore: Hyundai entra nel mercato dei furgoni grandi

18 settembre 2014

Hyundai è pronta a debuttare sul mercato europeo dei «large van» con un nuovo prodotto pensato per il Vecchio continente e costruito in Turchia

Forse alcune Case non ne sentivano proprioil bisogno, ma il panorama dei Costruttori di large van attivi in Europa si allarga con l’ingresso di Hyundai, che all’IAA di Hannover presenterà ufficialmente il nuovo H350. Un furgone che va a occupare la fascia alta dei veicoli fino a 3,5 tonnellate, quella, tanto per essere chiari, di Mercedes-Benz Sprinter, Renault Master, Iveco Daily (anche se con i dovuti distinguo) e Ford Transit.

SVELATI PRIMI DISEGNI
Del nuovo H350 sono stati resi noti, per il momento, soltanto alcuni disegni, ma già si sa che è stato pensato dalla Casa coreana proprio per il mercato del vecchio Continente, che verrà costruito in Turchia negli stabilimenti della Karsan Otomotiv Sanayil ve Ticaret A.S e sarà declinato in tre carrozzerie: furgonato, pianalato e trasporto passeggeri. Osservando i primi disegni del nuovo H350 è possibile cogliere sia nelle linee esterne sia negli interni, un’inclinazione alla praticità, all’efficienza e alla ricerca dello stile, tutte caratteristiche richieste dall’esigente mercato europeo, assieme, ovviamente, a quella dell’economicità d’esercizio.

UNA LINEA EUROPEA
Il frontale è caratterizzato da un’ampia griglia esagonale integrata nel paraurti anteriore, incorniciata da un gruppo fari di design ultra moderno, completato da luci diurne a LED che circondano i proiettori principali. La linea laterale del furgone è caratterizzata da evidenti nervature che proseguono fino alla coda del veicolo, interrotte sul corpo furgonato dalla porta laterale scorrevole. Anche gli interni appaiono razionali e funzionali e il volante ampiamente in linea con il nuovo design adottato dalla Casa Coreana anche per le vetture. La capacità di carico del nuovo H350, si attesterà, secondo una nota diffusa dalla stessa Hyundai, sulle 1,4 tonnellate e la capacità di traino arriverà a 2,5 ton.

UN SEGMENTO PER LUPI SOLITARI?
Il debutto sul mercato europeo del Large Van di Hyunday fa riflettere su come questo segmento sembri offrire ancora spazi di crescita, anche e soprattutto in Europa, visto che è qui da noi che si sta giocando la partita. A suo tempo, quando Volkswagen decise di «ballare da sola» interrompendo la sinergia con Mercedes sul Crafter, più di una critica si levò all’indirizzo della casa di Wolfsburg, lamentando l’avventatezza di un’avventura in solitaria in un settore dove le economie di scala e dunque le collaborazioni sono comunque necessarie. Di lì a poco anche un marchio come Ford avrebbe operato l’intero rinnovo della Gamma commerciale e anche in questo caso tutta da sola. Ora Hyundai, forte anche della possibilità di farsi componenti in acciaio in casa, vista la proprietà di uno dei maggiori poli siderurgici mondiali, si lancia nel settore dei commerciali apparentemente senza compagnia. È chiaro che si parta di un segmento aperto alla globalizzazione e in grado di trovare mercati in tutto il mondo, ma è anche vero che i mercati vanno conquistati e Hyundai ci sta provando partendo dalla Turchia, da sempre l’anello di congiunzione fra Oriente e Occidente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home