FINANZA E MERCATO

Istat: tengono magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti. Ma le imprese di autotrasporto chiudono

6 ottobre 2014

La produzione industriale langue e di conseguenza quella dei servizi non può che rallentare. Secondo l’Istat nel secondo trimestre del 2014 il fatturato generale di tutti i servizi è diminuito dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2013. Anche se, tra tutti, i trasporti e il magazzinaggio segnano un aumento dello 0,8%. Più precisamente all’interno di questo comparto fanno registrare le migliori variazioni positive le attività di magazzinaggio e quelle di supporto ai trasporti (+2,0%), mentre rallentano in maniera decisa il trasporto marittimo (-3,8%), il trasporto aereo (-3,4%) e i servizi postali e di corriere (-2,3%).

Ciò che purtroppo non rallenta è invece la forte emorragia di imprese di trasporti. Secondo i dati della Cgia di Mestre, tra il primo trimestre 2009 e il secondo trimestre del 2014 hanno chiuso i battenti oltre 18.500 imprese di autotrasporto merci su strada, con una contrazione media a livello nazionale pari al 17%. Ovviamente, se si leggono i dati regionali esistono diverse velocità. Si va dal crollo – peraltro reiterato – del Friuli Venezia Giulia (-23,2%, vale a dire un’impresa ogni 4) all’8,4% della Campania. E comunque, in generale, è il Nord Ovest a soffrire di più con un taglio di quasi il 20%, seguita dal Nord Est e Centro, quasi appaiate (rispettivamente -17,9% e -17,8%), mentre il Sud subisce una flessione pesante ma più leggera (-13,4%).
La ragione di tutto ciò potrebbe anche dipendere dalla diversa concorrenza a cui sono esposte le imprese. È scontato infatti che nelle regioni più prossime ai confini o in quelle in cui la domanda di trasporti è più elevata il peso della concorrenza straniera si faccia sentire maggiormente. Non fosse altro perché – vale sempre la pena ricordarlo – stando a un’indagine dello stesso ministero dei Trasporti nel 2011 siamo il paese con il costo di esercizio più alto in Europa, pari a 1,542 euro/km. Al punto che fanno meglio non soltanto Ungheria, Polonia e Romania (rispettivamente 1,089, 1,054, 0,887), ma anche la Francia e la Germania (1,321 e 1,346).
Tutti dati che in queste settimane di trattative sarà il caso di avere molto presenti. 

 

Costo di esercizio medio euro/km

ITALIA         1,542

AUSTRIA      1,466

GERMANIA 1,346

FRANCIA     1,321

SLOVENIA   1,232

SPAGNA      1,208

UNGHERIA   1,089

POLONIA     1,054

ROMANIA    0,887

Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (2011)

 

Imprese di autotrasporto attive in Italia

Imprese attive      I trim 2009  II trim 2014 Var. ass.      Var. %

Autotrasporto        108.745      90.239        -18.506      -17,0

di cui artigiane      78.182        61.260        -16.922      -21,6

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Infocamere-Movimprese

 

Numero di imprese di autotrasporto attive per regione

REGIONI                        I trim 2009  II trim 2014 var. ass.     var %

FRIULI VENEZIA GIULIA  2.021          1.552          -469           -23,2

TOSCANA                       6.538          5.125          -1.413        -21,6

PIEMONTE                     7.858          6.271          -1.587        -20,2

SARDEGNA                   3.165          2.528          -637           -20,1

LOMBARDIA                   17.416        13.981        -3.435        -19,7

LIGURIA                         2.770          2.228          -542           -19,6

EMILIA ROMAGNA           12.601        10.275        -2.326        -18,5

TRENTINO ALTO ADIGE 1.750          1.446          -304           -17,4

MARCHE                         3.914          3.271          -643           -16,4

VENETO                         10.976        9.176          -1.800        -16,4

UMBRIA                          1.826          1.527          -299           -16,4

ABRUZZO                       2.219          1.861          -358           -16,1

SICILIA                          7.103          5.970          -1.133        -16,0

LAZIO                            8.433          7.104          -1.329        -15,8

BASILICATA                    1.138          981             -157           -13,8

VALLE D'AOSTA              102             88               -14             -13,7

CALABRIA                       3.047          2.638          -409           -13,4

PUGLIA                          6.347          5.505          -842           -13,3

MOLISE                          596             533             -63             -10,6

CAMPANIA                      8.925          8.179          -746           -8,4

ITALIA                            108.745      90.239        -18.506      -17,0

NORD OVEST                 28.146        22.568        -4.922        -19,8

NORD EST                      27.348        22.449        -4.234        -17,9

CENTRO                         20.711        17.027        -3.198        -17,8

SUD                               32.540        28.195        -3.594        -13,4

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Infocamere-Movimprese

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home