UFFICIO TRAFFICO

Tachigrafo taroccato e autista in nero: 3.362 euro di multa e ritiro dela patente

19 ottobre 2014

Il fatto è sempre il medesimo, anche se l’esito finale stavolta è più pesante: viene fermato un camion a Livorno nel corso di un’operazione a tappeto condotta dal Nucleo motociclisti delle Sezioni territoriali Sicurezza e Mobilità del comune di Livorno e, quando si stampa il resoconto del cronotachigrafo, l’autista risulta a riposo. Il tutto grazie al tradizionale dispositivo magnetico che blocca la registrazione. Ma c’è anche qualcosa di più: l’autista di origini rumene che era alla guida di un camion di una società italiana sarebbe dovuto essere veramente a riposo, tant'è che stava lavorando in nero. E quindi è scattata la comunicazione al locale Ispettorato del Lavoro. Poi si sono fatti i conti delle multe. Per la precisione ne sono state staccate due, una per l’autista e una per la società entrambe di 1.681 euro. in tutto 3.362 euro. Ad aggravare la situazione dell’autista, però,  c’è stato il ritiro della patente con annessa sospensione fino a tre mesi. Il termine preciso verrà quantificato dalla Prefettura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home