ACQUISTI

MAN TGX Hybrid, leggero e multitrazione

24 ottobre 2014

Il futuro del trasporto a lungo raggio passa attraverso le trazioni ibride. La casa del Leone presenta un prototipo diesel-elettrico

L’ibrido, nel mondo dei veicoli pesanti, non ha mai riscosso molto fortuna ma, al recente salone di Hannover invece ha incontrato nuovo vigore. Un contributo al suo rilancio lo ha dato anche MAN realizzando il TGX Hybrid che ha ancora come fonte di trazione principale il vecchio e caro motore diesel, affiancato però da un sistema cinematico con motore elettrico con cui recuperare, accumulare e riutilizzare l'energia di frenata. Ed è sulle tratte lunghe dove si trova il massimo potenziale di riduzione delle emissioni CO2 rispetto a tutte le altre applicazioni ibride nel settore dei veicoli commerciali.
Il TGX Hybrid si avvale di un sistema ibrido parallelo, in cui un motore diesel e un motore elettrico possono fornire rispettivamente una potenza di trazione pari a 440 CV e a 130 kW. In fase di rilascio e nelle frenate il motore elettrico lavora come un generatore, il cambio MAN TipMatic trasmette la forza all'asse posteriore. L'energia recuperata viene immagazzinata in una batteria con una capacità di circa 2 kw. Il TGX Hybrid sfrutta questa riserva di energia come assistenza al motore diesel per lo spunto in salita.
Con il motore diesel si può viaggiare su un range di regimi più economico, mentre la coppia supplementare evita di scalare marcia in salita e consente quindi di risparmiare carburante. Il sistema ibrido del TGX punta all'ottimizzazione dei costi di esercizio, mirando soprattutto al risparmio di carburante (il potenziale di risparmio secondo il costruttore è intorno a un interessante 8%, a cui corrisponde una pari riduzione di CO2) attraverso la riduzione dei cambi di marcia e al recupero dell'energia di spostamento durante le frenate e la marcia in discesa. Peraltro, siccome questo motore elettrico si attiva solo a supporto del diesel, anche tutto l’insieme risulta abbastanza snello, tarato sui 400 kg circa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home