UFFICIO TRAFFICO

Entra in vigore per il cronotachigrafo la regola del minuto.

1 ottobre 2011
Se fino a ieri ogni attività iniziata nell’arco di un minuto era conteggiata per 60”, anche se durava meno, oggi l’attività di guida è registrata solo se è la più lunga svolta nel minuto stesso. Così, se in un minuto si sono trascorsi 25” alla guida e 35” in riposo, l’attività registrata per l’intero minuto sarà la seconda, mentre della prima non ci sarà traccia, con evidenti vantaggi. Per i veicoli già immatricolati,  l’Europa invita chi fa controlli alla tolleranza e a scontare fino a un massimo di 15 minuti ogni 4,5 ore chi effettua frequenti soste per operazioni di carico-scarico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home