ACQUISTI

Noleggio semirimorchi: TIP Trailer acquisisce SAM

28 ottobre 2014

Il settore del noleggio dei veicoli in Italia subisce una piccola scossa per quanto riguarda il settore del trainato, con la creazione di una società di livello europeo. L'olandese TIP Trailer - fino allo scorso anno di proprietà di GE e ora in orbita della cinese HNA - assorbe l'italiana SAM, attiva nel settore da quasi un ventennio. Insieme compongono un'offerta di 2.500 mezzi, arricchita da servizi innovativi

TIP Trailer Services Italia, azienda attiva nei servizi a valore aggiunto dedicati alle aziende di trasporti e logistica, ha acquisito il 100% di SAM, azienda di Tortona che orbitava nel gruppo Acerbi-Viberti e che è stata una delle prime realtà (per la precisione dal 1987) a occuparsi di noleggio e di locazione operativa nel nostro paese.

Alle spalle di TIP c’è un grande gruppo cinese con sede a Hong Kong – HNA – attivo inizialmente come compagnia aerea, ma che nel corso degli anni ha diversificato le attività nel settore immobiliare, logistico, finanziario e del turismo. Il controllo della TIP, società olandese fino al 2013 di proprietà della General Electric, serve soprattutto ad allargare il business nel noleggio, settore che in Italia ha ancora un elevato potenziale di sviluppo, spesso frenato da normative macchinose e farraginose. L’acquisizione di SAM, quindi, scommette su questo sviluppo e cerca di incoraggiarlo presentando al mercato un’offerta articolata di 2.500 semirimorchi e una rete di assistenza distribuita su tutto il territorio, grazie alla quale diventa possibile proporre alle grandi aziende di autotrasporto e di logistica, accanto ai tradizionali noleggi a breve e a lungo termine, anche la terziarizzazione della gestione della flotta di rimorchi e semirimorchi, per sollevarsi da tutti gli oneri manutentivi e di revisione, pur conservando la proprietà del parco veicolare.

La nuova realtà nata dall’acquisizione di SAM da parte di TIP Trailer Italia è forte già attualmente di un giro d’affari di circa 10 milioni di euro, che punta a incrementare per il prossimo anno di circa il 20 per cento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home