LEGGI E POLITICA

Unatras: «La riforma dell'autotrasporto approvata dalla Camera va modificata»

3 dicembre 2014

La riforma dell’autotrasporto in Parlamento va modificata e comunque, per ritenere conclusa l’intera vertenza, bisogna che siano rese esecutive tutte le parti del protocollo. E’ questa in sintesi la posizione assunta dalla presidenza di Unatras, riunitasi ieri a Roma. In pratica, il raggruppamento unitario delle associazioni di categoria - si legge in una nota - «prende atto del testo approvato dalla Camera», ma «sollecita il Parlamento ad approvare modifiche che identifichino i costi di esercizio, tenendo conto delle norme sulla sicurezza della circolazione e di quella sociale da pubblicarsi sul sito del ministero». A questo scopo la stessa Unatras preparerà un apposito documento, in cui verranno raccolte le proposte con cui integrare il testo approvato dalla Camera.

Rispetto invece agli altri nodi rimasti da sciogliere, la presidenza di Unatras sottolinea in particolare quello dei «tempi di pagamento, le deduzioni delle spese non documentate, il recupero dell’accisa, il rimborso dei pedaggi del 2012 e soprattutto il reale potenziamento dell’Albo, elemento indispensabile per garantire la legalità, e in particolare, la  realizzazione di un sistema di regole certe».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home