LOGISTICA

La BEI finanzia Savona: previsti a regime 850mila container movimentati e 650 posti di lavoro

5 dicembre 2014

L’Autorità Portuale di Savona ha ottenuto un mutuo di 60 milioni dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) per realizzare tutte quelle opere connesse alla realizzazione della piattaforma Maersk di Vado Ligure, in cui verrà realizzata una nuova banchina in grado di consentire l’attracco anche alle grandi portacontainer da 18 mila Teu. 

L’intero progetto beneficia anche di fondi statali per circa 300 milioni e di un contributo privato di APM-Maersk, di circa 150 milioni. A convincere la BEI ha finanziare l’opera è stata in particolare la prospettiva di sviluppo del porto, che a a lavori ultimati, nel 2017, permetterà di movimentare 850 mila container e creare qualcosa come 650 posti di lavoro. E in ogni caso, il fatto che una banca europea abbia deciso di sostenere l’opera - ha commentato il presidente dell' Ap Gian Luigi Miazza - costituisce «una ulteriore riprova che l'opera, in piena fase realizzativa, è considerata anche in sede di Unione Europea decisiva per lo sviluppo del sistema economico marittimo nazionale e in grado di dare risposte concrete in termini di posti di lavoro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home