LEGGI E POLITICA

Durc interno negativo: nuove possibilità di sanatoria

5 dicembre 2014

Ci sono alcune novità che riguardano il Durc interno. Ad annunciarle è stato direttamente l’INPS (messaggio n. 9152 del 26 novembre. Vediamo di cosa si tratta.

Innanzi tutto rispetto al calcolo dei 15 giorni dalla notifica del preavviso di DURC interno negativo, utile per sanare le irregolarità, viene precisato che: 

1. se il termine scade di sabato o in un giorno festivo, l'attività di regolarizzazione s'intende utilmente effettuata purché intervenga, al massimo, entro il primo giorno successivo non festivo.
2. il giorno di notifica non si computa. 

Il datore di lavoro che abbia regolarizzato la propria posizione in tali tempi, ma abbia ugualmente ricevuto un DURC interno negativo, potrà chiederne l'annullamento alla Sede INPS territorialmente competente. Per regolarizzare la posizione contributiva è necessario che, nei 15 giorni ricordati, il datore di lavoro versi anche gli importi dovuti a titolo di sanzione. Al riguardo l’INPS ha per la prima chiarito che entro 15 giorni dalla pubblicazione del messaggio (quindi entro l’11 dicembre 2014), i datori di lavoro che nel termine di 15 giorni abbiano versato i contributi ma non le sanzioni, possono provvedere al pagamento e ottenere, così, l'annullamento del DURC interno negativo. Versate le sanzioni, il datore deve darne notizia alla Sede competente con la procedura telematica, chiedendo l'annullamento del DURC interno negativo. La Sede INPS, verificato che effettivamente il pagamento sia avvenuto in tempo utile, provvede ad annullare il DURC interno negativo sbloccando il relativo semaforo da rosso a verde. Ovviamente tale sanatoria riguarda soltanto i preavvisi notificati prima del 26 novembre 2014. 

Infine l'INPS, visti i tanti adempimenti in scadenza per la fine anno, riavvierà le operazioni di spedizione dei preavvisi di DURC interno negativo nel gennaio 2015. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home