UFFICIO TRAFFICO

In mezzo ai funghi, 20 kg di droga "speciale": arrestato autista casertano

16 dicembre 2014

Sul semirimorchio, dietro i funghi, c’erano 20 chili di erba. Ma attenzione, non era propriamente un carico composito di frutta e verdura quello che trasportava sul suo camion Giuseppe Conte, autista di 33 anni residente nel casertano. Ma i carabinieri che qualche giorno fa lo hanno fermato lungo l’asse mediano di Napoli non ci hanno messo molto a capirlo. È stato sufficiente cercare all’interno delle scatole dei funghi e aprire uno dei 20 sacchetti da un chilo nascosti in mezzo a chiodini e prataioli per essere investiti da un fortissimo odore. Odore di marijuana, ma non solo. Perché la sostanza per cui Conte è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini dello spaccio, era marijuana potenziata con una spruzzata di metadone, di eroina e di altre potenti sostanze chimiche, in grado di generare, oltre a una veloce dipendenza, anche un effetto devastante: quello di cancellare parti della memoria. E non a caso questo strano miscuglio è stato chiamato «amnèsia». Una droga che è anche un sintomo di questi tempi grigi, ossessionati dalla voglia di dimenticare

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home