UFFICIO TRAFFICO

Lezione ecologica dell'Austria: i pedaggi aumentano, ma diminuiscono per i camion euro 6

7 gennaio 2015

Piccola lezione di ecologia da parte dell’Austria. Dall’inizio dell’anno infatti l’ammontare dei pedaggi autostradali nel paese di Mozart aumentano dell’1,6%, anche se su qualche tratta particolare (A12, A13 e trafori alpini) possono essere anche superiori. In pratica qualche frazione in più rispetto a quanto avvenuto in Italia (dove mediamente l’aumento è stato dell’1,3% grazie a qualche concessionaria lodevole che ha lasciato i prezzi invariati). Ma attenzione perché in Austria tutte le classi di pedaggio sono legate al numero degli assi e alla classe euro del veicolo. Un po’ come in Italia, dove oltre che al fatturato i rimborsi sono parametrati alla classe di inquinamento del veicolo. Con questa differenza: che in Italia il nostro legislatore non ha censito oltre l’euro 5, in Austria tengono conto anche dell’EEV, ma soprattutto dell’euro 6. E come ne tengono conto! Pensate che se in generale l’aumento medio è dell’1,6%, per i veicoli di classe euro 6 scendono del 3,7%. Ma anche gli EEV, come detto, ottengono il loro tornaconto. Di quanto?

Scorrete la tabella in basso e fatevi pure i vostri conti.

PEDAGGIO IN RELAZIONE ALLA CLASSE
DI EMISSIONE
tariffe in Euro/Km (exkl. 20% USt.) dal 01/01/2015 per veicoli con massa max ammissibile superiore a 3,5 ton

     

Classi di pedaggio

categoria 2
(2 assi)

categoria 3
(3 assi)

categoria 4+ (4 o più assi)

A veicoli EURO VI

0,156

0,2184

0,3276

B veicoli EURO EEV

0,170

0,2380

0,3570

C veicoli EURO IV ed EURO V

0,188

0,2632

0,3948

D veicoli da EURO 0 a EURO III

0,211

0,2954

0,4431

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home