FINANZA E MERCATO

Mercato commerciali: il 2014 chiude a +17,4%, per il 2015 si prevede un ulteriore +10%

14 gennaio 2015

Le previsioni Unrae di fine anno stimavano il mercato 2014 a poco meno di 120.000 immatricolazioni di veicoli commerciali, in aumento di circa il 17% sui risultati 2013; numeri che ora l'Unrae - l’Associazione delle Case automobilistiche estere - conferma con un comunicato diramato oggi. «Come da noi previsto già da diversi mesi – afferma Massimo Nordio, Presidente Unrae - il 2014 per i veicoli commerciali ha portato a casa una crescita del 17,4%, sfiorando le 120.000 immatricolazioni, dopo le forti flessioni ed i bassi livelli raggiunti negli ultimi anni».
Secondo i dati elaborati e diffusi dal Centro Studi dell’associazione, l’anno si è chiuso precisamente con 119.021 veicoli commerciali immatricolati (autocarri con peso totale a terra fino a 3,5 ton), che si traducono in una bella crescita del 17,4% sulle 101.376 unità del 2013. Anche se il mese di dicembre ha visto un rallentamento della crescita (5,2% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), va ricordato che è il risultato del confronto con un dicembre 2013 che registrava a suo tempo il primo segno positivo, dopo una lunga serie di contrazioni.
Restano intatti quindi gli auspici per un 2015 in rialzo. «Pur se la crescita consente al mercato dei veicoli da lavoro di recuperare ossigeno – prosegue Nordio - la strada è ancora lunga, considerato che lo scorso anno siamo scesi a livelli minimi, ottenendo il risultato più basso di sempre e che il 2014 archivia circa 18.000 unità in più, fondamentalmente grazie al contributo del canale del noleggio. È necessario che si pongano in essere interventi a supporto degli investimenti delle piccole e medie imprese che si occupano della distribuzione delle merci, per favorire il rinnovo della flotta. Alle condizioni attuali la nostra previsione per il 2015 indica un mercato dei veicoli commerciali in ulteriore incremento, per alcune necessità improrogabili di rinnovo dei veicoli, che non supererà le circa 130.000 immatricolazioni, in crescita del 10%».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home