FINANZA E MERCATO

Cresce del 25% il terminal container di Salerno, mentre arriva la maxi Jolly Titanio

19 gennaio 2015

Salerno Container Terminal (SCT) si lascia alle spalle un 2014 pieno di soddisfazioni. La movimentazione dei container rispetto al 2013 cresce del 25% passando dai 193.555 a 240.013 teu. Numero che spingono in alto anche i risultati dell’intero porto campano, che segna un eccellente +20% rispetto all’anno precedente, da 270.000 a 320.000 teu. Degno di nota è anche il dato relativo ai semirimorchi, agli autoarticolari e in generale a tutti i rotabili movimentati dalla società gestrice del terminal container, che raggiungono quota 125.000.

E anche il 2015 si preannuncia segnato da questa tendenza. Sintomatico di questa voglia di crescere è l’arrivo sul porto, preannunciato dallo stesso Agostino Gallozzi, presidente del Gruppo di cui fa parte la stessa SCT, della Ro-Ro Container Jolly Titanio, la più grande nave al mondo di questa speciale categoria che combina contenitori e rotabili. L’arrivo della Jolly Titanio è la conseguenza di una partnership sottoscritta dalla SCT con le Linee Ignazio Messina di Genova.

La Jolly Titanio è lunga 240 metri (280 con la rampa di poppa), ha una stazza lorda di 51.055 ton, per un carico complessivo di 3000 teu e oltre 6.000 metri lineari per carico rotabile. La nave insieme alle sue tre gemelle metterà in collegamento, ogni 7-10 giorni, il Sud Italia con i porti di Port Said, Aqaba, Port Sudan, Jeddah, Djibuti, Bandar Abbas, Jebel Ali, Abu Dhabi, Jubail. Un’opportunità per l’economia del territorio di spingere ulteriormente sull’export.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home