FINANZA E MERCATO

MAN: bene la quota di mercato, meglio i servizi

2 febbraio 2015

Al peggio non c’è ancora fine… Il mercato dei veicoli industriali sopra le 6 ton nel 2014 ha perso un altro pezzo: un 8% in meno rispetto al 2013. Ma non tutti piangono: MAN, per esempio, vede aumentare la propria quota  di mercato di quasi un punto percentuale. Meglio di quanto non avesse fatto negli ultimi anni. Merito in particolare dei veicoli per Lungo Raggio, il regno del TGX EfficientLine, ma anche - in piccola parte - del Cava-Cantiere, segmento tradizionalmente presidiato da MAN, che adesso torna dopo anni a far registrare segnali di vita (seppure non ancora di ripresa). 

Ma i dati maggiormente positivi per la casa del Leone provengono dal post-vendita, visto che nel 2014 un veicolo su due è stato venduto con contratto di manutenzione e riparazione programmata. E tutti sanno quanto questo rappresenti una fonte di ossigeno per la rete commerciale (riparata nel frattempo in quelle "maglie" che avevano ceduto, con l'apertura di nuove concessionarie o con il posizionamento di venditori specializzati nelle aree coperte da officine), sostenuta ulteriormente dalla maggiore diffusione dei ricambi originali (anche da parte di clienti proprietari di veicoli datati), favorita dalla spinta dei programmi “ecoline”, con una linea di componenti rigenerati.
Ma ancor più dei contratti di manutenzione hanno generato i contratti di finanziamento. MAN Financial Services ha finanziato più del 50% delle vendite complessive, più di un veicolo su due… 
Insomma, il mercato dei veicoli è debole, ma ciò che si è perso nei volumi di vendita lo si può recuperare nel servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home