FINANZA E MERCATO

Modelo Unico 2015: ecco come calcolare le deduzioni per le trasferte di dipendenti e titolare

9 febbraio 2015

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito i modelli per le dichiarazioni Unico 2015 (persone fisiche, società di persone e società di capitali) e il modello Irap. Nei modelli Unico compaiono, per quanto riguarda le società di persone e di capitali, le deduzioni forfettarie per le trasferte sostenute da dipendenti fuori dal territorio comunale, per un importo di 59,65 euro al giorno, portato a 95,80 euro nel caso in cui la trasferta si svolga all’estero, al netto delle spese di viaggio e di trasporto. Per la precisione tale deduzione compare a pag 27 nel modello Unico società di capitali (istruzioni del rigo RF55, codice 3), a pag 25 nel modello Unico società di persone (istruzioni del rigo RF55, codice 3) per le imprese in contabilità ordinaria, a pag 33 per quelle in contabilità semplificata (istruzioni del rigo RG16).

Per quantificare la deduzione che spetta alle imprese in contabilità semplificata per trasferte eseguite direttamente dall’imprenditore o dal socio, bisognerà attendere la pubblicazione del decreto interministeriale (Trasporti ed Economia) relativo alla ripartizione dei 250 milioni che la legge di Stabilità ha stanziato per l’autotrasporto.
Già si sa, però, in base agli accordi presi tra governo e associazioni di categoria nella riunione dello scorso 27 gennaio che a questa voce verranno destinati 60 milioni, sufficienti a garantire, in base ai calcoli ministeriali, importi identii a quelli fruiti per le deduzioni forfettarie nel 2013.
Infine, alle stesse imprese in contabilità semplificata spetta, secondo quanto indicato a pag 35 delle istruzioni di Unico, la deduzione annua di 154,94 euro per ogni autoveicolo di massa non superiore alle 3,5 ton, utilizzato nell’attività d’impresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home