LOGISTICA

Da Francoforte a Bologna i semirimorchi fino a 4 metri possono viaggiare in treno

10 febbraio 2015

Un treno carico di semirimorchi (megatrailer) sistemati sui vagoni a Francoforte e diretti al'interporto di Bologna. E' il test che lancia HIL, la rete costituita da Bologna Interporto spa e Terminali Italia srl, affidandosi a Kombiverkehr che garantisce l'operatività del treno insieme all’impresa ferroviaria Rail Traction Company.

Quando e come viaggia
Il treno, attraversando la linea del Brennero inaugurata da RFI nel 2010, potrà sfruttare lungo la tratta Verona-Bologna l’upgrade a codice PC/80 e P400 e accogliere i Container High Cube e i semirimorchi con un'altezza di 4 metri. Le corse saranno effettuate tutti i weekend, anche se in prospettiva c'è l'intenzione di aumentare le frequenze laddove il servizio.

A chi si rivolge
Il target di riferimento sono gli operatori logistici e del trasporto che hanno la necessità di movimentare, anche con proprio equipment, flussi merci da e per Francoforte.

 Il ruolo di Bologna
 Alessandro Ricci, presidente di Interporto Bologna Spa che ha attivato la Rete HIL parla di «svolta storica per il trasporto merci in Italia», di una sfida finalizzata a «consacrare Bologna a hub di riferimento per i porti del Tirreno (Livorno e La Spezia) e dell’Adriatico (Ravenna e Ancona) anche per il traffico Short sea».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home