LOGISTICA

Interporto Bologna, ceduti immobili per 63 milioni a Prologis

13 febbraio 2015

Dopo il fallimento della cessione azionaria, finalmente una buona notizia per l’Interporto di Bologna. Il fondo americano Prologis, importante realtà della logistica che gestisce magazzini a livello mondiale, ha infatti acquistato dall’infrastruttura intermodale felsinea terreni e immobili per 62,8 milioni di euro. Con questa vendita la società, controllata dal Comune di Bologna, ha visto scendere i suoi debiti da 70 a 14,5 milioni di euro.
Il presidente Alessandro Ricci ha spiegato che con questa operazione entro il 2018 l’Interporto «potrà generare almeno 1.500 posti di lavoro come addetti diretti». Con il piano industriale 2014-2020 si attendono utili per 23,3 milioni di euro. Nel 2016 la previsione di vendita di aree è di 15,8 milioni e verrà avviato il terzo piano particolareggiato, che riguarda le zone di futura espansione, per altri 16 milioni.
Sul fronte della riorganizzazione aziendale verrà incorporata la società Gestione servizi, oggi controllata dall’Interporto con il 90% delle quote. Il risparmio annuo è stato quantificato in circa 300.000 euro. L’esercizio 2014 si è chiuso con un utile superiore ai 100.000 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home