FINANZA E MERCATO

Numeri scacciacrisi: nel 2014 offerte carichi Timocom in crescita del 7,6%

23 febbraio 2015

Torna a crescere il traffico pesante sulle autostrade italiane, ma crescono pure i mercati online per i servizi di trasporto europei. È quanto si desume dall’andamento della borsa di carichi Timocom che anche nel 2014 incrementare la propria clientela, anche grazie all’introduzione di un servizio che consente ai trasportatori l’accesso mobile tramite app (che ha convinto 4.200 utenti) e in generale grazie a un numero crescente di provider di servizi telematici che hanno creato un clima positivo che dovrebbe investire, stando alle previsioni, anche al 2015.
Ma guardiamo i numeri. Sulla piattaforma TimoCom, nel 2014, sono stati inseriti 58,9 milioni di offerte di carichi e mezzi, con un aumento, rispetto al 2013, del 7,6% ossia 4,1 milioni di offerte. Più di 647 milioni di tonnellate il volume di TC Truck&Cargo e 6.903 i nuovi clienti. Mentre la percentuale di successo del servizio di recupero crediti in via extragiudiziale è stata dell’88%. Risultati giudicati da Marcel Frings, Chief Representative di TimoCom, «al di là di ogni più rosea aspettativa». Anche se subito dopo si dice anche convinto che «i nostri clienti possano sfruttare ancora meglio questo aumento dei carichi. Fra i 33.000 fornitori attivi di servizi di trasporto e logistica ci sono anche nuovi partner commerciali per tutti i partecipanti della catena dei trasporti».

Ovviamente l’incremento nel traffico ha lasciato segni sul fatturato chiuso a 54 milioni di euro, un livello superiore alle aspettative. Merito delle innovazioni introdotte, come la già ricordata possibilità di accesso mobile, ma anche della soluzione di tracking TC eMap, che permette di visualizzare tutti i più diffusi sistemi di localizzazione satellitare su di un'unica piattaforma. «Grazie all'ottima collaborazione con i nostri partner, nel 2014 siamo riusciti ad aumentare il numero di interfacce a un totale di 120 fornitori europei», precisa Frings.

Qual è il segreto di Timocom? Essenzialmente, la prossimità ai trasportatori, la capacità di confezionare un servizio ritagliato sulle loro esigenze, coniugato con la voglia di scandagliare sempre nuovi orizzonti. Volete un esempio? Dopo l'operazione Cashback (ancora in corso) realizzata con il costruttore di pneumatici Pirelli, in grado di garantire ai clienti della borsa carichi un tangibile valore aggiunto, nel 2015 la sfida di Timocom sarà quella di potenziare i mercati online andando a guardare anche al di là dei confini europei. Ma non è tutto perché in pentola bollono già ulteriori novità, nuovi servizi che – spiega Frings - «servono a mantenere alto il tasso di soddisfazione dei nostri clienti». Non resta che attendere…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home