UFFICIO TRAFFICO

Controlli a tappeto nel bresciano: autista pizzicato con carta tachigrafica di un collega

5 marzo 2015

Controlli a tappeto mirati su camion e furgoni nei giorni scorsi da parte della polizia locale di Palazzolo, in provincia di Brescia. E nella rete dei controlli sono finiti in molti.

Rispetto agli autisti di camion si registra il caso di un conducente fermato per diverso tempo e controllato in ogni piccolo dettaglio, sia relativo ai documenti di viaggio sia rispetto a quelli del veicoli, risultando completamente in regola. A inchiodarlo invece è stato il cronotachigrafo, in cui, senza che gli agenti se ne fossero inizialmente accorti, l’autista aveva infilato la carta conducente di un collega. La sanzione non è stata comunicata, ma si presume pesante.

Meno pesante comunque rispetto a quelle che hanno colpito almeno un paio di autisti che erano alla guida di veicoli, ma non disponevano di un regolare contratto di lavoro o di una busta paga che potesse dimostrare il rapporto che lo legava all’azienda di trasporto. Ovviamente, in entrambi i casi, è scattata, oltre alla sanzione, anche la segnalazione all’Ispettorato del Lavoro.

Riguardo invece ai furgoni, l’infrazione più grave l’ha commessa un bresciano che non soltanto viaggiava con un sopraccarico del 47%, ma in più non era nemmeno assicurato.

Meno grave invece la sanzione a carico di due rumeni che nel vano di carico trasportavano alcune tv e diversi elettrodomestici usati rubati in una vicina isola ecologica con l’intenzione evidentemente di rivenderne i singoli pezzi.

Da ultimo gli agenti hanno appurato la causa di diversi ingorghi che si creano uscendo al casello di Palazzolo sulla A4. Molti conducenti, in particolare stranieri, non si accorgono della segnaletica che allerta sulla presenza di un sottopasso (piuttosto basso) della ferrovia e, seguendo le indicazioni del navigatore, tirano dritti. Così, quando si trovano vicino all’ostacolo, sono costretti a invertire la marcia, con tutte le conseguenze che una tale manovra può produrre sul traffico. Certo, se i navigatori fossero specifici per camion e segnalassero l’altezza del sottopassaggio…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home