FINANZA E MERCATO

Sabatini Bis: il contributo va richiesto entro 60 giorni dall'investimento

12 marzo 2015

Ci sono ulteriori informazioni rispetto alla Sabatini Bis diffuse dal ministero dello Sviluppo economico rispetto all’acquisto di beni strumentali o aziendali. Vediamoli sotto forma di domande.

Rispetto al momento dell’investimento, entro quando va richiesto il contributo?
L’impresa può richiedere l’erogazione del contributo per l’acquisto di beni strumentali, compresi i veicoli, entro 60 giorni dalla data di conclusione dell’investimento.

Quanto tempo passa dal momento della delibera della banca o dell’intermediario finanziario a quello di erogazione del contributo da parte del ministero all’impresa?
Le richieste di erogazione sono evase entro un termine di 30 giorni dalla data di ricezione della domanda, fatti salvi i tempi necessari per l’acquisizione delle certificazioni rilasciate da altri soggetti pubblici.

Quando va concluso l’investimento?
L’investimento deve essere concluso entro il periodo di preammortamento o di prelocazione della durata massima di 12 mesi dalla data di stipula del finanziamento/contratto di leasing.

A quanto ammonta e con quale strumento viene concesso il contributo?
Il contributo viene concesso per un importo pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso del 2,75% su un piano convenzionale di ammortamento, con rate semestrali costanti e della durata di cinque anni, di importo corrispondente al finanziamento. Il contributo è erogato dal Ministero secondo il piano temporale riportato nel decreto di concessione, che si esaurisce entro il sesto anno dalla data di ultimazione dell’investimento, in quote annuali Sul sito del ministero, comunque, nella sezione «Beni Strumentali (Nuova Sabatini)», si trova un foglio di calcolo per scoprire a quanto ammonta con precisione il contributo. Lo trovate in allegato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home