LEGGI E POLITICA

Inchiesta su Grandi Opere: Incalza arrestato, Girlanda indagato

16 marzo 2015

Secondo l’accusa il sistema ha sfruttato la previsione normativa, contenuta nel Codice degli Appalti, che affida al contraente generale l’esecuzione dei lavori e la loro direzione. La legge ha definito la figura del “general contractor” quale soggetto giuridico che garantisce alla P.A. committente la realizzazione di opere strategiche “chiavi in mano”, occupandosi anche della progettazione e della gestione della fase realizzativa dell’opera direttamente, o attraverso imprese terze. Inoltre le convenzioni e i successivi contratti fra l’ente appaltante e il general contractor prevedono che il direttore dei lavori designato e il suo staff debbano avere il preventivo gradimento dell’ente appaltante. Proprio il rapporto di “dipendenza” del controllore (che dovrebbe agire nell’interesse della P.A..) con il controllato è stato sfruttato dagli indagati per la realizzazione dei propri fini di arricchimento illecito, facilitando l’accoglimento delle pretese degli esecutori dell’opera in termini di minori controlli e accettazione di riserve e varianti, con il conseguente incremento dei costi dell’opera e quindi dei guadagni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home