LEGGI E POLITICA

Graziano Delrio: ecco chi č il nuovo ministro dei Trasporti

3 aprile 2015

Come previsto, Graziano Delrio è il nuovo ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ieri sera, dopo le 20, ha giurato davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e già oggi si è messo al lavoro, arrivando al ministero in bicicletta. «Gli italiani hanno bisogno di tante opere – è stata la sua prima dichiarazione – hanno bisogno di vedere che le cose procedono, che vengono fatte bene e che vengono discusse insieme con la massima trasparenza».

Graziano Delrio ha 55 anni, una moglie e nove figli. Ha giocato a calcio a livello dilettantistico (anche se i suoi amici più stretti raccontano di un mitico provino con il Milan), prima di studiare medicina, specializzarsi in endocrinologia sostenendo studi di perfezionamento in Gran Bretagna e Israele e poi diventare medico ricercatore all'Università di Modena e Reggio Emilia.

Entra in politica alla fine degli anni Novanta, quando diventa consigliere regionale per l’Emilia Romagna, lavorando presso la commissione sanità e politiche sociali. Nel 2004 viene eletto sindaco della sua città, Reggio Emilia, carica a cui viene confermato anche nel 2009. Nel 2011 diventa presidente dell’Anci, l’Associazione nazionale dei Comuni.

È cattolico, politicamente è stato in scia a Prodi, anche se con Renzi ha trovato un’intesa perfetta già quando entrambi erano primi cittadini di Reggio Emilia e Firenze. Nel governo Letta del 2013 era stato ministro per gli Affari regionali e le autonomie, mentre con Renzi era diventato Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle Politiche di Coesione Territoriale e allo Sport.

L’autotrasporto accoglie il nuovo ministro in punta di piedi, vista la fase altamente delicata. Commenti ufficiali, al momento, non ce ne sono, anche se Paolo Uggè, presidente Fai-Conftrasporto, dal sito della sua associazione ha inviato i migliori auguri al nuovo ministro, confermandogli «disponibilità a fornire ogni supporto necessario per ricercare soluzioni ai tanti problemi del settore». Disponibilità – ha aggiunto - «scontata, ma la ribadiamo con forza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home