UFFICIO TRAFFICO

Conto alla rovescia per la fine del tagliando assicurativo: il 18 aprile il primo step

9 aprile 2015

Per chi va per strada la rivoluzione scatterà tra pochi mesi, esattamente il 18 ottobre prossimo. Ma già tra pochi giorni, il 18 aprile, le compagnie di assicurazioni dovranno aggiornare i propri database in tempo reale per rendere sempre visibile se un veicolo in circolazione risulti o meno assicurato risalendo dal numero di targa. A quel punto tutti gli autovelox o le telecamere di controllo poste sulle strade saranno in grado di verificare, nel momento in cui inquadrano un veicolo, se questo è o meno in regola con il pagamento del premio assicurativo.

Una piccola grande rivoluzione che avrà come primo effetto pratico di rendere non più obbligatoria l’applicazione del tagliando assicurativo a partire, appunto, dal 18 ottobre.

Lo scopo di questo cambiamento è quello di limitare il numero di «evasori del premio assicurativo» che, stando alla quantificazione effettuata da Ania ammonterebbe a 3,5 milioni. Evasori che, aggirando un obbligo normativo, sono puniti con una sanzione da 841 a 3.366 euro. Soltanto che allo stato attuale il codice della strada non prevede la possibilità di sanzionare per mancato pagamento del premio assicurativo tramite telecamere. E quindi prima del 18 ottobre bisognerà aggiornare anche il codice della strada. Tutto così in fretta? Si fa per dire: l’atto normativo che pianificava questa rivoluzione è datato 2012…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home