FINANZA E MERCATO

Autopromotec 2015, ritorna Industrial Vehicle Service con focus sul GNL

14 aprile 2015


In una perdurante situazione economica che mette seriamente in crisi la sostenibilità di molte aziende del trasporto merci, diventa ancora più essenziale la corretta manutenzione dei mezzi, data l’impossibilità di molti operatori di rinnovare il proprio parco. Fa quindi piacere che anche all’Autopromotec 2015 sia stata confermata Industrial Vehicle Service, un’iniziativa destinata al mondo dell’assistenza ai mezzi pesanti, nata in occasione dell’edizione 2011.
IVS offre un percorso espositivo dedicato all’autocarro, con una guida esclusiva - destinata alle aziende presenti del comparto assistenza e manutenzione - ai mezzi per l’autotrasporto e con un logo speciale per identificare gli espositori di attrezzature, componenti e ricambi per l’autocarro.
Particolare attenzione verrà riservata quest’anno alle tecnologie innovative della filiera dei carburanti gassosi, determinanti nel ridurre costi di gestione ed emissioni. Il focus riguarderà il metano gassoso e il GNL (gas naturale liquefatto), con la presentazione di motori a combustione Dual-Fuel, Bi-Fuel e a combustione interna con gas naturale, per commerciali e pesanti.
Nell’area 44, in particolare, verrà installata un’importante struttura espositiva esterna in cui sarà presente l’intera filiera del GNL, dove saranno cioè in mostra dai produttori di gas alla catena e ai servizi di distribuzione sul territorio, all’installazione delle trasformazioni sui veicoli circolanti, alle bombole, ai componenti e per finire ai mezzi delle principali case che stanno innovando i loro modelli di gamma con nuovi propulsori alimentati proprio con il GNL.
L’Europa si è già mossa da tempo in questa direzione. Il suo progetto “LNG Blue Corridors”, che ha tra gli obiettivi lo sviluppo di stazioni di servizio dotate di carburanti a basso impatto ambientale lungo quattro grandi direttrici commerciali che attraversano il continente da Nord a Sud, ha anche in Italia un primo punto di rifornimento a Piacenza. Si prevede che presto altre stazioni analoghe nasceranno, essendo il mercato già pronto ad utilizzare carburanti gassosi che riducono i costi fino al 50%. Si stima che l’adeguamento conseguente del parco circolante possa coinvolgere migliaia di operatori e 2 milioni di veicoli, con un giro d’affari di oltre 1 miliardo di euro.
Industrial Vehicle Service proporrà inoltre momenti convegnistici e di interscambio tra operatori. In collaborazione con Federmetano, ad esempio, sono stati avviati due progetti di forum e convegni ad AutopromotecEDU , in cui saranno coinvolte anche le associazioni di categoria dell’autotrasporto e i vari ministeri interessati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home