LEGGI E POLITICA

Semplificazione dell'autotrasporto: ci pensa il Freight Leaders Council

22 aprile 2015

Nelle prossime settimane si insedierà al ministero dei Trasporti un gruppo di lavoro che avrà il compito di mettere a punto i principi direttivi di una legge delega finalizzata alla semplificazione dell’assetto normativo vigente e di redigere una proposta normativa per la regolazione del contratto di logistica, da inserire nel codice civile.

L’iniziativa, preannunciata da Clara Ricozzi, vice presidente del Freight Leaders Council, nel corso del dibattito di TForma sul tema «Gli strumenti strategici per rendere profittevole l’attività di trasporto», è stata poi ufficializzata da Teresa Di Matteo, presidente del Comitato Centrale per l’Albo degli autotrasportatori nel corso del Convegno «Regole, sicurezza, competitività, il futuro dell'autotrasporto italiano nel nuovo Albo» che il Comitato ha organizzato il giorno successivo, nell’ambito del Transpotec-Logitec 2015.

La vice presidente Ricozzi, coordinatrice del gruppo di lavoro, ha ricordato che due dei cinque principali obiettivi del Quaderno 24 del Freight Leaders Council «Autotrasporto oggi: analisi delle criticità e proposte operative» (presentano nell'ottobre scorso) rappresentano una robusta semplificazione normativa, che consentirebbero di approdare a un vero e proprio «codice» dell’autotrasporto merci e alla regolazione dell’attività di logistica, attraverso l’istituzione di una fattispecie contrattuale «tipica», nella quale far confluire i servizi complementari e accessori al trasporto di merci.

Su entrambi gli obiettivi, ha sottolineato Ricozzi, si impegnerà il gruppo di lavoro, che vedrà la partecipazione di rappresentanti della pubblica amministrazione, di esperti del settore, del mondo accademico e delle associazioni di categoria dell’autotrasporto.
Paolo Volta, consulente di Economia dei Trasporti e componente del Comitato di gestione del Freight Leaders Council ha puntato il suo intervento sull’esigenza di realizzare maggiori economie di scala, di sviluppare le capacità organizzative e le competenze logistiche, accanto al potenziamento dell’outsourcing logistico, al fine di soddisfare le richieste del mercato per migliorare il servizio offerto e accrescere il fatturato delle imprese di logistica.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home