ACQUISTI

ZF completa l’acquisizione di TRW: nasce colosso della componentistica

18 maggio 2015

L’azienda statunitense diventa una divisione di quella tedesca con il nome “Tecnologia della sicurezza attiva e passiva”, formando così il secondo più grande fornitore automotive al mondo. L’operazione è costata 13,5 miliardi di dollari e darà lavoro a 138.000 dipendenti

Tredici miliardi e mezzo di dollari per creare il secondo più grande fornitore automotive al mondo (dopo Bosch), Dopo l’annuncio del settembre 2014 di un accordo per la fusione tra le due società, ZF Friedrichshafen, leader mondiale nel settore trasmissione e tecnologia del telaio, ha finalmente comunicato di aver completato l'acquisizione del fornitore di sistemi di sicurezza statunitense Trw Automotive. In particolare, ZF ha incassato il nulla osta dell’antitrust in Usa, UE e Cina e l’ ok degli azionisti Trw. L’ormai ex azienda statunitense opererà come una divisione di ZF dal nome "Tecnologia della sicurezza attiva e passiva".

Il nuovo colosso della componentistica fatturerà circa 30 miliardi di euro (circa 41 miliardi di dollari) e darà lavoro a 138.000 dipendenti, «collocandosi così – ha spiegato Stefan Sommer, CEO di ZF - tra i primi tre fornitori automobilistici mondiali e combinando il meglio dei mondi ZF e Trw». «La nuova società  - ha dichiarato l'ex CEO di Trw John Plant, che avrà un nuovo ruolo anche nella neonata formazione - è un concentrato di tecnologie automotive che vanno dall’assistenza alla guida e dai sistemi di sicurezza passiva a trasmissioni, sistemi frenanti e di sterzo»

L'integrazione dei due colossi, che dovrebbe durare da 3 a 5 anni, inizierà in quelle aree dove i clienti potranno beneficiare di attività combinate: sviluppo di nuovi prodotti, gestione dei materiali, vendite e mercato dei ricambi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home