FINANZA E MERCATO

Wielton acquisisce il 65% di Fruehauf: nasce il terzo polo europeo del rimorchio

25 maggio 2015

Un potenziale produttivo di 15.000  veicoli e un giro d'affari di 250 milioni di euro. Sono le potenzialità dell’accordo di cooperazione sottoscritto la scorsa settimana da Wielton, noto costruttore leader polacco di rimorchi e allestimenti per veicoli industriali, e Freuhauf, azienda al primo posto nel settore in Francia. Si viene così a creare il terzo più grande polo europeo del rimorchio e del semirimorchio, gruppo che comprende anche i marchi italiani di Cardi e Viberti.

In base all’alleanza, Wielton ha acquisito oltre il 65% di Fruehauf con una transazione di 9,5 milioni di euro. L'accordo prevede anche un'opzione per l'acquisto del restante 34% circa alla fine del 2017, ad una cifra di 6,6 milioni di euro, più un bonus in base alle performance di Fruehauf.

«Con questo passo confermiamo la nostra determinazione nel diventare il terzo costruttore di semirimorchi in Europa – ha commentato Thomas Hajek, vicepresidente di Wielton – Attraverso i marchi Wielton, Fruehauf, Merker, Cardi e Viberti, il Gruppo Wielton gestisce oggi un portafoglio di prodotti e servizi di rete unico in Europa, in grado di soddisfare le elevate esigenze locali e globali dei nostri clienti».

La transazione è finanziata al 20% dalla Wielton con fondi propri; il resto è stato invece finanziato da un pool di banche (Bank BGZ, BNP Paribas e Bank Gospodarstwa Krajowego). L'accordo prevede il mantenimento e l'uso del marchio Fruehauf, lo sviluppo della gamma del costruttore francese e un investimento sullo stabilimento di Auxerre per modernizzare ed espandere la sua capacità produttiva, al fine di coprire i bisogni dell'espansione del marchio in Europa.

Fruehauf, attualmente, è leader di mercato in Francia, con una quota del 44%. L'azienda impiega più di 400 persone e produce annualmente più di 4000 rimorchi e semirimorchi. Il giro d'affari supera i 100 milioni di euro, con utili che ogni anno si aggirano sui 2-3 milioni di euro. Francis Doblin, che a lungo ne è stato presidente, continuerà a guidare l'azienda. Il piano di sviluppo prevede per il prossimo anno una forte collaborazione dei rispettivi settori Ricerca & Sviluppo per mettere a punto nuovi prodotti in grado di conquistare il mercato europeo. Tutto questo anche grazie al Centro Ricerca & Sviluppo di Wielton, dove lavora uno staff di 120 persone tra ingegneri e tecnici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home