UFFICIO TRAFFICO

Butta la calamita durante il controllo: 1.700 euro di multa e patente sospesa 2 mesi

28 maggio 2015

Un altro ‘furbetto del quartierino’ armato di calamita è stato fermato nella Bassa Modenese mentre stava girando con un cronotachigrafo taroccato dal magnete.  Il camionista, di nazionalità ungherese, circolava col suo mezzo sulla Canaletto, all’altezza del centro di San Prospero, alla velocità di 71 km/h ed è stato fermato dalla Polizia Municipale dell’Area Nord per un controllo. Gli agenti hanno rilevato che il veicolo non risultava in movimento da oltre un’ora. Controllando i dati del tachigrafo digitale è addirittura emerso che il camion stava girando precedentemente alla folle velocità di 8 km orari...

L’autista, visibilmente nervoso, ha fatto finta di non capire l’italiano. Ma, mentre i vigili stavano verificando i dati scaricati, ne approfittava per staccare una calamita collocata sul trasmettitore di impulsi dal blocco del cambio al tachigrafo e gettarla in un’aiuola. Peccato che gli agenti del Nucleo controllo autotrasporto abbiano notato la manovra e recuperato prontamente l’oggetto. Il veicolo è stato poi trasportato in un’officina autorizzata di Modena per la verifica e la conferma dell’alterazione e manipolazione tachigrafo. Morale: l’incauto autista si è beccato una multa di 1700 euro, il camion è stato messo in stato di fermo e la patente di guida ritirata con una sospensione di due mesi. E al furbetto non è rimasta nemmeno la calamita…

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home