UFFICIO TRAFFICO

Delrio: «E45 subito in sicurezza, ma senza diventare autostrada»

4 giugno 2015

Le promesse sul futuro della E45 in Italia sono come alcune carte igieniche: non finiscono mai. E anche Delrio ha voluto fornire il proprio contributo, sicuramente importante dal punto di vista strategico. Il ministro, infatti, nel corso di una visita in Umbria (da non sottovalutare il fatto che fosse in campagna elettorale) ha promesso l’immediata «messa in sicurezza dell’intera E45», spiegando così di abbandonare l’altra prospettiva circolata negli ultimi di mesi, di  trasformare la «strada delle buche» in un’autostrada a pagamento. Delrio ha anche spiegato anche le ragioni di questa tipologia di intervento: «occorre impiegare soldi su progetti fattibili e subito cantierabili e una trasformazione in autostrada della Orte-Ravenna significherebbe tenere aperto un cantiere per 15 anni».
Tutto ciò significa che, se le promesse saranno mantenute, la E45 dovrebbe diventare in tempi brevi più facilmente percorribile senza che gli utenti della strada debbano sborsare un euro. Peraltro, proprio a dimostrazione del contesto in cui parlava, Delrio ha anche promesso «il completamento della Orte-Civitavecchia, così anche l'Umbria avrà lo sbocco al mare». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home