UFFICIO TRAFFICO

Calais, migranti si rifugiano nei tir per passare la Manica

18 giugno 2015

Continuano i momenti di tensione a Calais, cittadina della costa settentrionale della Francia, dove non si arresta l'ondata di migranti che dalla costa francese tenta di raggiungere la Gran Bretagna attraverso il tunnel della Manica, nascondendosi all'interno di camion.

Calais, diventata oramai nota come la 'Lampedusa del Nord', è il punto di raccolta di ondate di migranti provenienti dall'Africa e dal Medio Oriente che tentano di entrare in Gran Bretagna, tant'è che, secondo le associazioni umanitarie, sarebbero oltre mille le persone che bivaccano nella baraccopoli sorta nei pressi del terminal.

Testimoni dei viaggi della disperazione anche un gruppo di turisti a bordo di un pullman in coda per l'imbarco che hanno visto, (alcuni anche ripreso con i cellulari) il camion davanti a loro venire circondato e assaltato da un gruppo di migranti che si intrufolava nel vano posteriore per sfuggire ai controlli. Dopo essere riusciti ad aprire le porte posteriori del camion, un paio di uomini sono saliti nel cassone mentre almeno una ventina di altri uomini si guardava intorno cercando altri mezzi su cui tentare di salire.

Scene che, con un filmato, diffuso a pochi giorni dalla notizia e divenuto virale sui social, sta spingendo diversi trasportatori a cambiare le proprie abituali rotte, facendo delle deviazioni che in alcuni casi porta ad allungare i viaggi di alcune centinaia di chilometri per evitare le difficoltà che potrebbero incontrare sul porto di Calais.

La Road Haulage Association, l'associazione britannica degli autotrasportatori, denunciando l'aggravarsi della situazione nel Nord della Francia, sconsiglia persino il rifornimento di gasolio.

La polizia di frontiera francese ha reso noto che dall'inizio dell'anno, fino ai primi di giugno sono stati oltre diciottomila i migranti che hanno tentato di entrare illegalmente in Gran Bretagna dalla Francia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home