LOGISTICA

Accordo «bio» Prologis-Alce Nero

22 giugno 2015

Prologis ha siglato recentemente un accordo di locazione per 7.500 metri quadrati con Alce Nero, importante marchio di prodotti biologici. Lo spazio in locazione si trova nella struttura DC1 del Prologis Park di Castel San Pietro (BO) ed è costituito da 1 immobile già esistente oltre a 2 immobili edificabili per una superficie complessiva di 73 mila metri quadrati circa, con singoli edifici dai 22 mila ai 27 mila metri quadrati, suddivisi in comparti a partire da 7 mila metri quadrati circa, dotati di mono e doppio fronte ribalta, l’altezza sotto trave è di 10 metri e tutti gli immobili sono dotati di sprinkler ESFR-NFPA.
«Alce Nero è una delle più importanti realtà nel settore del biologico e siamo estremamente lieti di dare il benvenuto a questo nuovo e prestigioso cliente - ha dichiarato Sandro Innocenti, Vice President, Country Manager di Prologis Italia - Ci auguriamo che questo accordo segni l’inizio di una collaborazione duratura e il punto di partenza per eventuali sviluppi futuri.».
«Con l’accordo siglato con Prologis si chiude un percorso di ricerca, per il nostro nuovo centro logistico Alce Nero, aperto più di due anni fa - ha commentato Massimo Monti, AD di Alce Nero - La nuova soluzione, che quadruplicherà la nostra attuale capacità di stoccaggio e ci avvicinerà drasticamente alle più importanti vie di comunicazione, ci consentirà di ridurre le distanze complessivamente percorse dai nostri prodotti e di renderne più efficiente le operazioni di movimentazione interna. Oltre a ciò aprirà nuove possibilità sia in termini di ampliamento della nostra offerta, sia di personalizzazione degli imballi dedicati all’estero, sia di gestione logistica delle vendite dirette tramite e-commerce. Per Alce Nero è un passo importante, coerente con il forte trend di sviluppo che stiamo vivendo e proiettato al medio lungo periodo; siamo quindi molto soddisfatti della scelta e della collaborazione che si è aperta con Prologis, un partner forte, affidabile e sicuramente in grado di accompagnarci negli auspicabili, ulteriori, sviluppi futuri.».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home