ACQUISTI

Volvo Trucks dà il via all'uso di gasolio sintetico

25 giugno 2015

Volvo Trucks ha approvato l'uso del gasolio sintetico rinnovabile HVO per i motori Euro 5, mentre sono arrivo anche le certificazioni per i motori Euro 6. L'HVO si comporta come un normale gasolio fossile ma riduce le emissioni di CO2 tra il 30 e il 90%

Volvo Trucks ha da tempo avviato una serie di test per verificare come l'uso di carburanti 100% HVO (Hydrotreated Vegetable Oils, oli vegetali idrotrattati) potesse influire sulle prestazioni e sui componenti del motore. Test effettuati in un periodo di due anni, su sei veicoli equipaggiati con motori Euro 5, che hanno percorso circa un milione di chilometri.
«Dai test sul campo è emerso che l'HVO funziona benissimo nei nostri motori e può essere utilizzato come un normale gasolio - spiega Tobias Bergman, Product Manager per i carburanti alternativi e le soluzioni ibride di Volvo Trucks - È anche possibile miscelare liberamente gasolio e HVO». Risultati quindi positivi che hanno indotto il costruttore svedese ad approvare l'uso dell'HVO su tutti i suoi motori Euro 5, senza apporre modifiche agli intervalli di assistenza.
Tra qualche mese, a settembre, sarà inoltre disponibile l'omologazione globale (WVTA) dell'HVO per i motori D5 e D8 Euro 6 a cui seguiranno successivamente le certificazioni anche per i motori D11, D13 e D16, sempre Euro 6.
L'HVO è un gasolio sintetico, prodotto da materie prime rinnovabili come grassi vegetali e animali, dall'olio di colza o dagli scarti dei mattatoi. È possibile distribuirlo attraverso i depositi già esistenti e utilizzando lo stesso tipo di serbatoi e pompe del normale gasolio. Interessante è anche il fato che, a seconda delle materie prime con cui è prodotto, l'HVO abbassa le emissioni di CO2 tra il 30 e il 90%.
«Questo carburante è perfetto per tutti i clienti che desiderano ridurre le proprie emissioni di CO2 - prosegue Bergman - a nostro avviso senza limitazioni riguardo al tipo di trasporto o attività. Unendo l'HVO alle emissioni già contenute dei nostri motori Euro 6, sarà possibile ridurre al minimo l'impatto ambientale dei camion».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home