UFFICIO TRAFFICO

Scontro sulla A12: denunciato per omicidio colposo il camionista

14 luglio 2015

È stato denunciato per omicidio colposo - un atto dovuto per la procura -  il conducente dell'autocisterna coinvolta ieri pomeriggio nel tragico incidente sulla Genova-Livorno, tra i caselli di Pisa e Viareggio in direzione nord, nel tratto che collega Migliarino Pisano a Vecchiano. Uno scontro terribile tra il mezzo pesante che ha letteralmente schiacciato contro il guardrail la Nissan Qashqai su cui faceva ritorno una famiglia milanese da una vacanza in Toscana. Il padre, che si trovava al volante è uscito illeso dall'auto, la madre è stata trasportata gravissima in elicottero all'ospedale Cisanello di Pisa, mentre purtroppo non ce l'hanno fatta i due figli della coppia, due gemellini di 9 mesi, Andrea e Luca Brambilla, che viaggiavano sul sedile posteriore, deceduti sul colpo.

L'autocisterna, che trasportava soda caustica, fortunatamente non fuoriuscita dalla cisterna, è di proprietà del gruppo lombardo Eugenio Ferrari che si occupa trasporto nazionale e internazionale di prodotti chimici.

I primi rilievi effettuati dalla polizia stradale non avrebbero evidenziato né manovre gravi del camionista né questi è risultato positivo all'alcoltest; ora l'uomo è indagato a piede libero, in attesa di ulteriori verifiche sulle cause che hanno determinato lo scontro. Da alcune testimonianze raccolte, sembrerebbe che l'auto stesse effettuando una manovra di sorpasso su un tratto rettilineo della strada e l'autocisterna le è arrivata addosso, sembra per l'esplosione di uno pneumatico. Sul caso indaga la procura di Pisa.

 (foto Umicini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home