UFFICIO TRAFFICO

Camionista, novello Tyson, stacca a morsi il naso del suo capo

16 luglio 2015

L’ondata di caldo che attanaglia la Penisola sta provocando, oltre all’incremento di vendita dei condizionatori e all’uso della doccia più volte al giorno, anche il moltiplicarsi di scatti d’ira con comportamenti aggressivi e irrazionali. 

Ultimo triste episodio a Carrara, dove un 53enne gruista, capo piazzale di un’azienda di lavorazione del marmo, è stato aggredito da un camionista di 48 anni, suo dipendente, che gli ha staccato una parte del naso con un morso.
Tutta colpa di un litigio scoppiato per futili motivi durante il carico di un blocco di marmo: mentre l’autista chiedeva di posizionarlo meglio perché non sarebbe stato squadrato alla perfezione, il gruista sosteneva il contrario e non avrebbe acconsentito alle richieste del trasportatore, considerandole una perdita di tempo. Da qui la situazione è degenerata fino al morso fatale. Insomma, quasi come nell’incontro di boxe del 1997 con Holyfield, quando Mike Tyson morse il suo avversario, anche se in quel caso fu l’orecchio a essere strappato.
L’aggredito è stato trasportato all’ospedale Santa Chiara di Pisa dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico per riattaccare la cartilagine e una narice, conservate nel congelatore in ospedale. Il camionista è stato invece denunciato per lesioni aggravate. La speranza è che la vicenda si risolva senza conseguenze permanenti per la vittima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home