UFFICIO TRAFFICO

Caldo killer: camionista muore di notte mentre dorme in cabina

24 luglio 2015

Il caldo non è solo un grande fastidio, il caldo può purtroppo uccidere. La vittima in questo caso è Milosav Otasevic, un trasportatore serbo di 54 anni, residente a Cassano Magnago (VA), trovato morto a bordo del suo camion nella mattinata di giovedì 23 luglio.

A scoprirlo sono stati i gestori dell’area di servizio di Stanghella, in provincia di Padova, dove il camionista si era fermato per passare la notte. Milosav, dipendente di un’azienda piemontese, è stato stroncato nella notte da un arresto cardiocircolatorio, causato con tutta probabilità dalle elevate temperature. 

Pare che il conducente si fosse fermato per una sosta nella tarda serata di mercoledì nell’area del distributore di carburante Retitalia. I titolari del distributore hanno visto il suo mezzo parcheggiato alle 7 del mattino, quando hanno riaperto, ma sulle prime hanno pensato che stesse semplicemente dormendo. A mattinata inoltrata, però, hanno iniziato a preoccuparsi e chiamato i Carabinieri, che hanno trovato il camionista sdraiato all’interno, ormai senza vita. Nella cabina, priva di condizionatore e rinfrescata solo da un ventilatore, sono state trovate diverse bottiglie vuote e una temperatura abbondantemente sopra i 40 gradi.

Al problema dei "colpi di calore" che, in questa calda estate, possono cogliere le persone, in particolare chi si trova a lavorare in condizioni più esposte, come gli autotrasportatori, abbiamo dedicato la pagina della salute del numero di agosto-settembre. In allegato ve la anticipiamo, con qualche piccolo consiglio del medico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home